La mente è meravigliosa. Quante volte vi è stata detta sta cosa o l’avete letta direttamente su qualche articolo? Ebbene noi vi dimostriamo quanto essa sia realmente stupenda? Uno dei metodi che riescono a garantire un utilizzo della mente in ambito sportivo è il metodo Wim Hof.

Cos’è? Prima di tutto vediamo che si tratta di una tecnica che è stata trasformata e ideata proprio da un atleta conosciuto a livello mondiale. Oggi esso viene seguito da tanti sportivi che devono fare delle competizioni estreme, come le maratone. Alcune di esse poi sono eseguite in territori molto aspri, particolarmente difficoltosi.

Vero è che perfino per gli atleti da competizioni di guinness oppure che devono superare dei primati mondiali usano proprio il metodo Wim Hof.

Cos’è il metodo Wim Hof

Rispondiamo alla domanda di cosa sia il metodo Wim Hof. Parliamo di una tecnica di respirazione che è stata studiata a livello scientifico che consente di avere un controllo diretto sul proprio corpo. Essa è una variante o un’evoluzione dei monaci tibetani sulla meditazione Tummo che infatti cerca di aumentare la temperatura del corpo ed eliminare i pensieri che sono dati dalle sensazioni negative.

Il nostro cervello tende ad aumentare la fatica o gli sforzi fisici quando poi ci sono delle piccole lesioni o comunque delle temperature che non sono ottimali. Questo ci porta quindi ad avere una sensazione di stanchezza fisica.

Usando invece il metodo Wim Hof si è in grado di controllare lo sforzo e la respirazione. Ecco che allora si è in grado di fare degli sport che sono estremi.

I benefici del Wim Hof

Usando il metodo Wim Hof si hanno tanti benefici come riuscire a svolgere delle competizioni che sono in ambienti estremi, ma allo stesso tempo apporta una pulizia degli organi e un forte aumento della tonicità muscolare interna ed esterna.

Non è detto che il corpo sia spinto a modificare le sue facoltà, ma di certo riesce ad avere delle tonificazioni che apportano reali benefici all’organismo. I polmoni diventano molto resistenti ed elastici. La muscolatura si irrobustisce e le funzioni dell’organismo migliorano.

L’atleta che ha inventato il Wim Hof

Il metodo Wim Hof nasce dall’omonimo atleta conosciuto anche come Iceman. Tramite la respirazione si inizia a sudare, si ha un aumento dell’ossigenazione e del sistema cardiovascolare. Si riesce poi ad avere una diversità alcalina del sangue.

Questo atleta ha i guinness dei primati per le maratone e le nuotate in ambienti estremi, con temperature che arrivano addirittura a -30°.