Ci sono diversi rimedi, per combattere la cellulite, ma si dovrebbe optare per la chirurgia quando arriva allo stadio finale, quando gli altri trattamenti non funzionano e risulta dolorosa al tatto.

I trattamenti di medicina estetica

In alcuni casi, è possibile evitare la chirurgia estetica, optando per dei trattamenti di medicina estetica, che comprendono diversi cicli di sedute. Sia queste terapie che gli interventi di chirurgia, devono essere approvati ed eseguiti da un medico esperto, che deve autorizzarlo dopo aver valuto le condizioni fisiche della paziente. Alcuni interventi sono indolori, mentre altri possono presentare dei rischi.

Tra questi rimedi, si possono elencare:

  • la carbossiterapia, che consiste nell’iniettare il CO2, ovvero il gas medicale, nel tessuto sottocutaneo, per eliminare anche gli accumuli di grassi e l’insufficienza venosa;
  • la mesoterapia, nella quale si introducono nelle zone interessate uno o più farmaci con un multiniettore;
  • il laser, in grado di eliminare le cellule di grasso accumulate in una specifica parte del corpo;
  • gli ultrasuoni, che smaltisce il grasso in eccesso con una frequenza di 3 MHZ, trasmesse con delle teste di metallo piccole e tonde;
  • la radiofrequenza, nota come “lifting non chirurgico”, anch’essa in grado di smaltire i grassi con delle onde elettromagnetiche.

Trattamenti chirurgici per la cellulite

Gli interventi di chirurgia estetica adottati per eliminare la cellulite hanno lo scopo di rimodellare la zona colpita da questo inestetismo.

Uno degli interventi più praticati è sicuramente quello della liposuzione (o liposcultura). Questo trattamento consiste nell’aspirare il grasso in eccesso, che sia localizzato sulle gambe, sulle caviglie, sull’addome, sulle cosce, sui fianchi, etc. In questo modo è possibile rimodellare la pelle rovinata dalla cellulite, dove è presente, soprattutto, la cosiddetta “buccia d’arancia”. Si opta per microliposcultura, invece, quando gli accumuli di lipidi sono presenti in misura minore.

A seconda del tipo di intervento, viene praticata un’anestesia locale o generale, e i risultati si cominciano a notare una volta che gli arrossamenti e i gonfiori diminuiscono, dopo qualche settimana.

Il loro costo varia a seconda delle zone trattate, e in media un intervento simile può arrivare a una cifra minima di ottocento euro ad un massimo di quattromila.

Si deve tenere presente che la liposuzione o qualsiasi altro intervento chirurgico, non risolvono il problema che ha causato l’insorgere della cellulite e, dopo l’intervento, è necessario seguire uno stile di vita corretto, controllando periodicamente con delle analisi l’equilibrio ormonale, soprattutto in presenza di problemi genetici, come la tiroidite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *