La pavimentazione in legno, conosciuta come parquet, è molto elegante. Dona un’atmosfera agli ambienti che sono caldi e accoglienti. Rimane un elemento di arredo che ha una sua funzionalità. Le case che hanno il parquet sono eleganti, piacevoli ed hanno una certa bellezza intramontabile.

Non concentriamoci solo sull’elemento che caratterizza la sua bellezza perché tutti sappiamo che è bello, ma oltre a questo esso è anche funzionale. Ottimo isolante termico ed acustico, negli ultimi anni è diventata una richiesta sempre più comune.

I parquet non sono tutti uguali, si differenziano sia per la qualità del legno che per la forma o le fantasie che possono avere.

Quali sono le tipologie di parquet

I tipi di parquet sono da selezionare prima con la qualità del legno, dove troviamo il prefinito, massello, naturale e grezzo. Essi presentano diversi aspetti che sono poi adattabili agli ambienti in cui vengono messi in posa.

Il legno prefinito è quello che è molto lavorato e che ha un costo minore poiché non è legno di prima qualità, ma ha la sua figura. Il massello è quello più costoso che dunque va incontro ad ambienti che sono molto grandi e che devono essere eleganti o raffinati.

Mentre il legno naturale consente di avere tantissimi piccoli difetti del legno, che sono poi la bellezza caratterizzante di questo materiale. Dunque essi presentano venatura, nodini e via dicendo. Infine c’è il legno grezzo che ha una sua bellezza rustica rivisitata.

Quanto costa la messa in posa?

La messa in posa del parquet varia ed è per questo che cambiano i costi. I parquet che sono flottanti, ad esempio, hanno un costo che parte dalle 30 euro al mq. Quello invece che viene inchiodato, dove diventa necessario una maggiore manodopera, ha una spesa sulle 25/28 euro al mq. Mentre la messa in posa a incastro costa sulle 30/40 euro al mq.

Per questo è importante farsi fare un preventivo perché in base alla qualità del legno si ha poi una diversità di messa in posa.

Come scegliere il parquet giusto

Gli aspetti del parquet sono diversi. Ci sono dei modelli a spina di pesce, a mosaico, a listoni, a quadrettoni e via dicendo. Quindi si ha a che fare con una serie di fantasie che alla fine tendono anche a confondere molto la scelta.

I modelli a spina di pesce sono utili quando si vuole creare movimento in casa, dunque adatti ad ambienti grandi. Mentre i modelli a mosaico sono perfetti per gli studi o uffici. Un consiglio da parte di un professionista chiarirà la situazione.