Editore e giornalista di tutto rispetto, Beppe Severgnini rappresenta una delle voci pubblichi più conosciute e note in Italia. Noto anche per essere uno scrittore dalla penna sopraffina, ha avuto una lunga carriera maturata durante gli anni di piombo, dal 1970 al 1990.

Ancora oggi continua la sua carriera, sia in modo privato, come giornalista e scrittore, oltre ad essere il vicedirettore del Corriere della Sera.

Tra l’altro, Severgnini è stato anche uno dei precursori del giornalismo online poiché fino a pochi anni fa, molte testate giornalistiche sono rimaste diffidenti della creazione di siti e giornali online. Al contrario, proprio Severgnini è stato uno dei primi ad usare questo nuovo canale di informazione.

Cosa si sa di Severgnini

La biografia di Severgnini inizia con la sua nascita. Il 26 dicembre del 1956 nasce Beppe Severgnini a Crema. Figlio di un notaio e di una casalinga, non si conosce molto della sua infanzia e adolescenza. Decide di sposarsi con Ortensia Marazzi anch’essa scrittrice.

Molto attivo in ambito della beneficenza e del volontariato. La sua vita si svolge interamente tra casa, lavoro e calcio poiché è un interista molto attivo.

Una delle sue passioni è la politica poiché è un liberale progressista, ma non ha una carica politica reale.

Attività giornalistica

Il Severgnini si laurea in giurisprudenza e inizia a scrivere i primi articoli direttamente sul quotidiano: la Cremona. Nel 1981 inizia a lavorare presso “il Giornale”, dove conosce Indro Montanelli.

Appena ha 27 anni viene spedito come corrispondente nella capitale inglese, Londra. Tra gli anni della crisi del regime comunista e la guerra fredda, viene inviato in diversi Paesi d’Europa e in Asia.

Continua la sua attività nel 1994 passando al quotidiano “La Voce”. Fu nel 1995 che apre il suo blog/forum e da qui inizia ad avere una sua fascia e cerchia di pubblico.

Nello stesso anno, cioè nel 1995, viene assunto al “Corriere della Sera” fino a diventare poi il vicedirettore attuale.

I libri pubblicati da Severgnini

Il primo libro pubblicato da Beppe Severgnini è datato 1995 da titolo: Un italiano in America. Si tratta di un romanzo che cerca di evidenziare la cultura americana.

Poi pubblica: Italiani, nel 1998. Con un’idea personale della sua idea di storia sociale d’Italia. Nel 2002 pubblica: Ciao, America. Romanzo che è diventato anche un bestseller in America. Questi sono i romanzi più importanti. Esistono poi delle raccolte di articoli della sua attività giornalistica.