La legge ha sempre cercato di comprovare la realtà dei fatti in modo da trovare una “punizione” commisurata al reato commesso. Il lungo corso del cambiamento e dell’evoluzione della legge, anche se oggi siamo crediamo che esista tanta “mala giustizia”, ha portato ad avere delle giuste sentenze.

Per fare un esempio. Fino al 1980 in caso di omicidio, se non esisteva il corpo del reato, non era possibile svolgere il reato. Nonostante ci fossero dei testimoni dell’accaduto, la scomparsa del soggetto assassinato, la legge non permetteva di procedere con il reato. Questo è stato uno dei motivi di tanti processi di omicidio rimasti irrisolti in questi anni.

Altro esempio è quello della bancarotta. Se non esiste il capitale semplicemente non era possibile eseguire un processo per truffa.

Per questo la sentenza franzese è stata una rivoluzione in ambito della legge.

L’anno della svolta della legge

Nel 2002 la legge era rimasta ferma a circa 50 anni prima. Ciò nonostante i reati erano moltiplicati e questo ha provocato una serie di processi nulli. Una situazione che comunque non era utile per riuscire a garantire una tutela dei più deboli.

Per questo la Cassazione nel 2002 studio e richieste l’approvazione della Legge Franzese. Cos’è? Sintetizzando è possibile svolgere un processo semplicemente se ci sono delle prove oggettive o induttive dei reati che ledono la vita e i diritti altrui.

In caso si parla di omicidio, non è fondamentale trovare il cadavere, ma si potrà processare gli indiziati.

Sentenza franzese, cosa ha cambiato?

La sentenza franzese ha concesso di riaprire vecchi casi insoluti. Ancora oggi, a distanza di anni ed anni, è possibile far riaprire un caso che era stato falsato o annullato semplicemente perché mancavano delle prove reali.

In base alle nuove leggi è possibile eseguire una comprova di “reati con evento naturalistico”. Da cui, cioè dal caso stesso, si risale alle leggi che esso non ha rispettato in modo da garantire un processo equo.

Praticamente il problema di imputazione di un evento che è stato comunque condotto da soggetto fisico, dove quest’ultimo non ha rispetto delle leggi, diventa prova oggettiva.

Quant’è importante ad oggi?

Ad oggi la sentenza franzese è diventata importantissima, fondamentale proprio per tanti problemi di carenza di certificazioni. Sia nei reati di omicidio, di violenza e via dicendo, essa consente di avere una maggiore tutela e protezione dei diritti umani.

Senza la legge e sentenza franzese molti sarebbe i problemi e i soggetti a rischio di vita per causa di minacce o perfino di problemi di pagamento del pizzo. Insomma è fondamentale.