Come si stanno muovendo le quotazioni di borsa Unicredit? Quali sono gli scenari futuri a tal riguardo? La banca Unicredit, come noto, è uno dei principali gruppi bancari non solo in Italia, ma anche in Europa. Il gruppo conta oltre 25 milioni di clienti e per questo si colloca al secondo posto nella classifica dei gruppi bancari italiani, seconda solo a Intesa San Paolo spa.

Queste premesse già fanno comprendere quanto grande e importante sia Unicredit e quale buona opportunità di investimento abbia rappresentato in passato e potrebbe rappresentare in futuro per i traders e investitori sempre attenti alle sue quotazioni. Sotto la guida del presidente Giuseppe Vita il gruppo conosce un periodo positivo dopo una storia un po’ travagliata dovuta a fusioni e integrazioni degli ultimi anni.

Quali gli scenari futuri per le quotazioni Unicredit?

Come noto le banche si occupano principalmente di una cosa: investimenti. Il loro scopo è reinvestire il denaro che circola nel flusso bancario e questo rappresenta sia un’opportunità di crescita finanziaria, ma comporta anche dei rischi. Ad esempio ultimamente la crisi in Turchia sta mettendo a repentaglio l’equilibrio di Unicredit.

La lira Turca con i suoi crolli non lascia niente di buono in previsione, visto che Unicredit e le sue quotazioni sono esposte in quella zona per alcuni miliardi di euro. Tuttavia la banca si dimostra anche nel 2018 molto solida e in forze. Di recente sono uscite notizie rilevanti che vedono il gruppo rafforzarsi ulteriormente grazie a un finanziamento di 300 milioni da Bei.

Unicredit poi ha anche siglato un accordo con Alibaba Group allo scopo di supportare le aziende italiane più attive nel campo delle esportazioni. Grazie a questo accordo ambedue le aziende si faranno promotrici si azioni di marketing volte a promuovere l’export italiano sulla famosa piattaforma Alibaba.com.

I clienti di Unicredit con questa manovra si garantiscono l’accesso diretto ad Alibaba.com, il più grande mercato globale online cinese, Unicredit inoltre si dimostra disponibile a supportare le azioni italiane per raggiungere la clientela internazionale con servizi appositamente dedicati.

Azioni Unicredit: l’andamento dell’esercizio 2018 e previsioni 2019

Nonostante alcuni problemi i dividendi per l’anno 2017 si sono dimostrati superiori al passato. Unicredit nel 2017 ha realizzato un fatturato di quasi 20 miliardi di euro con un utile netto di 3,7 miliardi (in calo rispetto al 2016).

La situazione al termine del 2017 in fatto di crediti deteriorati ha visto una discesa di oltre il 5% e il piano industriale di Unicredit avviato nel 2017 sta dando i suoi frutti in quanto gli obiettivi prefissati per il 2019 sono stati via via raggiunti. Le azioni Unicredit sulla base di questi elementi sono passati da un mercato long sostenute dalla situazione dei dividendi negativi di altri gruppi bancari.

Per capire se in futuro converrà o meno investire in azioni Unicredit bisognerà tenere strettamente sotto controllo i dati trimestrali e dei dividendi, soprattutto bisognerà tenere conto dell’andamento del primo trimestre 2019. Una chiusura in positivo del periodo potrebbe essere un segnale di forte crescita da non lasciarsi sfuggire per chi è interessato alle azioni della banca italiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *