L’investimento in criptovalute è sempre più diffuso: la creazione di piattaforme di investimento online ha consentito ad un numero sempre maggiore di persone di avvicinarsi al mondo delle altcoin ed ha anche aperto le porte a risparmiatori che si sono trasformati in investitori.

Sebbene molte persone siano riuscite a guadagnare con le criptomonete, ce ne sono anche molte che hanno perso il loro capitale iniziale. Questo significa che non bisogna sottovalutare i rischi dell’investimento e che bisogna invece fare attenzione ad investire in criptovalute.

I consumatori devono essere consapevoli del rischio di perdere il loro capitale, in parte o totalmente. La speranza di guadagnare molto può portare a fare degli investimenti azzardati ed è quello che soprattutto i piccolo investitori dovrebbero evitare.

1.      Volatilità del mercato

Il primo rischio è direttamente connesso alle criptovalute ed alle loro caratteristiche. Le altcoin sono infatti delle monete molto volatili, le quali possono andare incontro a delle variazioni di prezzo molto ampie e molto rapide.

Non a caso le criptomonete sono amate dagli speculatori, che investono per generare alti profitti in poco tempo. In particolare essi preferiscono le altcoin con valore più basso, perché con una cifra contenuta è possibile acquistarne svariate.

Per i piccoli e medi investitori sarebbe difficile speculare con i Bitcoin e con le altre principali monete virtuali, dal momento che sono vendute ad un prezzo elevato. Queste monete restano però oggetto di speculazione per gli investitori che dispongono di grandi capitali, speculazioni che possono mettere a rischio i capitali anche dei piccoli investitori ignari di questi meccanismi.

Sebbene non sia possibile contrastare la volatilità del mercato, si possono seguire dei consigli di investimento utili e leggere le analisi degli esperti. Molte persone si affidano a Criptovalute24, portale specializzato sulle monete virtuali, con guide utili, descrizione delle singole monete ed anche recensioni delle piattaforme di investimento.

La volatilità deriva anche dal fatto che il valore delle criptomonete si basa prevalentemente sulla domanda delle stesse da parte del mercato e non può contare su altri beni, per esempio le riserve auree per le valute correnti. Va detto inoltre che non c’è alcun tipo di assicurazione statale su queste valute, il che viene visto come un vantaggio per il libero mercato, ma è al contempo uno svantaggio per chi possiede queste monete nel momento in cui il loro valore è in caduta.

2.      Truffe degli exchange

Un altro elemento che rende rischioso l’investimento in criptomonete riguarda gli exchange. Si tratta di società che consentono di effettuare la compravendita di valute ed il cui guadagno è basato su una piccola percentuale che viene applicata ad ogni transazione.

Alcuni siti consentono di acquistare solo le principali monete virtuali, utilizzando le valute correnti per portare a termine l’acquisto. Altri invece offrono un catalogo più ampio di altcoin, consentendo di acquistare anche quelle di recente introduzione in commercio. L’acquisto può essere fatto con le valute correnti, oppure facendo scambio con monete virtuali presenti nel proprio portafoglio.

Sebbene la maggior parte dei siti di exchange siano sicuri, va detto che negli anni sono state messe a segno alcune truffe, talvolta anche per cifre molto elevate. Per contrastare questo fenomeno consigliamo di affidarsi solo a società sicure, che dispongano delle autorizzazioni ad operare in Italia e che abbiano ricevuto svariate recensioni positive da parte dei clienti.

3.      Password del wallet virtuale

Questo rischio non è direttamente connesso all’investimento, ma riguarda tutti quelli che hanno un portafoglio virtuale nel quale poter conservare le altcoin. Al wallet è associata una chiave di accesso, senza la quale non è possibile eseguire alcun tipo di transazione.

Perdere la chiave d’accesso significa non avere più possibilità di recuperare le proprie monete, dal momento che non esiste alcuna procedura di recupero e non ci sono servizi di assistenza clienti che possono venire in soccorso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *