La meditazione è una pratica che porta alla calma del corpo, dello spirito e dell’anima. È una tecnica molto antica ma ancora molto usata sia nelle palestre e sia da fare in casa seguendo dei corsi via internet o seguendo le indicazioni di alcuni libri, non tutti però sanno che ha uno scopo spirituale, religioso e filosofico, basato sull’auto-realizzazione dello spirito in un punto in cui si lascia riposare il corpo nella sua totalità. La meditazione può essere riflessiva o recettiva, ma questo documento parlerà dei vantaggi della meditazione trascendentale.

Significato

La meditazione trascendentale deriva dalla normale pratica della meditazione, ma questa è basata più sul risveglio di potenzialità che il corpo umano può aver nascoste in sé, anche questa viene praticata da molte persone. Fu praticata la prima volta verso il 1958 da un mistico indiano chiamato Maharishi Prasad Varma. Dal 1980 è stato inserito anche come corso scolastico in molte scuole dell’Inghilterra, America, Asia, Sud Africa, e Irlanda.

Pratica

Quasi ogni persona può essere in grado di praticare la meditazione e quante volte alla settimana o mese vuole, basta che segua le tecniche iniziali del rilassamento iniziali e piano piano regolare anche la respirazione, isolarsi dai rumori esterni e dalla realtà che di circonda. Bisogna far abituare il corpo ad una consapevolezza di sé e poi “spegnere” i pensieri che si possono avere durante il rilassamento e al contrario ripetere in continuazione solo una frase, detta “mantra“. Anche il posto in cui si fa meditazione è estremante importante, non si devono sentire troppi rumori che possono venire sia all’interno che all’esterno del punto scelto, è meglio sedersi su qualcosa di comodo e pratico per fare stare anche meglio da seduti. Anche sedersi sul divano o una poltrona va bene, basta che la colonna vertebrale rimanga dritta per tutta la durata che si decide di meditare. La luce non dev’essere troppo forte e puntata direttamente sulla testa, se è quella del sole può far venire un’insolazione, soprattutto in estate. All’inizio può essere difficile ma con calma e pazienza poi verrà naturale.

Benefici

Questa tecnica non cambia la vita ma aiuta di più a rilassarsi se si ha avuto una giornata stressante, basta una mezz’oretta di puro silenzio, calma e distaccamento dalla realtà per azzerare il cervello dal nervosismo e dalla negatività del mondo. Se durante questo tempo si ascolta anche un po’ di musica calma e rilassante, oppure si sceglie di usare i rumori dell’acqua come quella che viaggia nel ruscello o il rumore della pioggia, ci si sentirà ancora meglio. I rumori della natura aiutano meglio di qualsiasi musica calma, e anche classica. È utile farlo pure durante la gravidanza, soprattutto per creare uno stato di calma sia alla mamma che al bambino dato che sente le emozioni della madre sia negative che positive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *