Dopo che una donna partorisce, inevitabilmente, il suo corpo subisce di nuovo dei cambiamenti, a causa della sua situazione ormonale, e a molte può sembrare un problema insormontabile ritornare come prima. Esistono, tuttavia, alcuni passi da seguire, per ritornare in forma.

La dieta

Si deve partire da ciò che si mangia. La maggior parte delle donne, allatta i propri figli, e in una dieta post parto, consigliata dal proprio medico, può aiutare a riprendere la propria linea senza, tuttavia, rinunciare ai nutrienti necessari sia alla salute della neo mamma sia a quella del suo bambino.

Naturalmente, i cibi da consumare in maggiori quantità sono la frutta e le verdure, ricche di sali minerali e vitamine. Tuttavia, alcune verdure (ed altri alimenti) possono conferire un cattivo sapore al latte ed è necessario, quindi, chiedere al medico o al ginecologo che ha seguito la gravidanza, un elenco dei cibi da evitare durante l’allattamento.

E’ bene consumare i carboidrati e le proteine insieme, in modo da mantenere un buon livello di glicemia nel sangue, e non saltare mai i pasti, in modo particolare la colazione. Ovviamente, bisogna evitare caffè, tè (a meno queste due bevande non siano decaffeinate e deteinate) insaccati, dolci, fritti.

Le cosiddette “diete lampo” sono espressamente vietate, essendo del tutto squilibrate e povere di nutrienti, oltre che di calorie. Una madre che allatta deve ricordarsi che non sta solo alimentando se stessa, ma anche il proprio bambino, e l’allattamento richiede molte energie.

L’esercizio fisico

Una regolare attività fisica è l’ideale dopo il parto, non solo per riprendere la propria linea, ma anche per riattivare il metabolismo. Si può incominciare ad esercitarsi dopo quaranta giorni dopo il parto, ma è meglio comunque consultare il dottore prima, per essere sicure di essere nelle condizioni fisiche adatte, soprattutto dopo un parto cesareo.

Si inizia (o si ricomincia) da degli esercizi semplici e leggeri, soprattutto per tonificare la zona addominale. E’ possibile fare alcuni allenamenti con il proprio figlio, sistemato nel marsupio e, successivamente, nel passeggino. Ci sono alcuni corsi formati da gruppi di madri, che possono essere di supporto alle puerpere, in modo da aiutarle a riprendersi.

Non è raro che alcune donne tendano a cadere in una depressione post partum, e l’esercizio fisico più aiutare anche a migliorarne l’umore, aumentando i livelli di serotonina nell’organismo.

Non bisogna avere fretta, quando si cerca di dimagrire dopo il parto. Per recuperare la propria linea, può essere necessario attendere fino alla fine dell’allattamento, sei (o anche sette) mesi dopo la nascita del proprio figlio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *