La ciste al ginocchio, conosciuta anche come ciste di Baker, è stata scoperta nel 1877. Colpisce uomini e donne che hanno superato i 35 anni fino ai 70 anni di età. Le cause sono diverse e nessuno è esente da essere colpito da questo malessere.

Il liquido che poi ne scaturisce riesce anche a peggiorare la situazione della gamba e anche della coscia. Infatti da qui si irradia poi nei tessuti muscolare della coscia e blocca totalmente la parte ossea.

Perché ho una ciste al ginocchio?

Per capire esattamente quali sono le cause che interessano la comparsa e la crescita di una ciste al ginocchio sono di due principali “gruppi”.

Il primo è quello di avere una produzione eccessiva del liquido sinoviale. Nella parte dietro al ginocchio ci sono delle sacche sinoviali, dove si produce il liquido utile per riuscire a muovere l’osso del ginocchio. Una specie di “olio” che diminuire l’attrito delle ossa e della cartilagine. Il liquido va poi a gonfiare questa sacca, ma fuoriesce anche all’esterno fino a intrufolarsi, in modo anomalo, nella parte anteriore. Si notano quindi anche delle “palline” che sono piuttosto flaccide e dolorose.

La produzione aumenta a causa di:

  • Stress sul carico delle ginocchia
  • Distorte o anche urti notevoli
  • Aumento del peso eccessivo

Il secondo gruppo di causa di ciste al ginocchio è collegata a delle lesioni da patologie, come:

  • Artrosi
  • Artrite
  • Traumi precedenti degenerativi

Dunque tutti possiamo essere vittime poi di questa tipologia di malessere.

Quali sono i sintomi e come rendersene conto

Qui c’è da dire che spesso ci si rende conto della ciste al ginocchio solo quando ormai essa è degenerata. Di solito non si provano dei sintomi o malesseri precedenti, dunque sono asintomatiche.

Solo quando la dimensione ormai inizia ad essere eccessiva, si nota questo rigonfiamento. Poi iniziano anche dei problemi di dolori acuti, come delle fitte, che aumentano in fase di “camminata”. Altre volte si hanno dei blocchi dei piegamenti delle ginocchia o rumori di rigidità degli arti.

Ciste al ginocchio: come si cura

Rimanere con la ciste nel ginocchio vuol dire degenerare il proprio stato di salute. Infatti si deve togliere il prima possibile.

Per valutare la causa e anche la grandezza della ciste si deve eseguire un’ecografia o una risonanza magnetica. Si interviene con due soluzioni, come:

  • Aspirazione del liquido
  • Cura a base di iniezioni di cortisone

La prima consente di eliminare il liquido è di conseguenza anche di ripristinare la produzione normale. Il cortisone consente di curare eventuali infiammazioni o anche distorsioni.