Charles Bukowski, nome d’arte di Heinrich Karl Bukowski, è stato un poeta e scrittore statunitense nato ad Andernach il 16 agosto del 1920 e deceduto a Los Angeles il 9 marzo del 1994. Nella sua carriera Charles Bukowski è emerso al successo grazie alla sua moltitudine di opere composte tra cui racconti e poesie, per un totale complessivo di oltre sessanta libri pubblicati.

Charles Bukowski: breve biografia

Lo scrittore e poeta Charles Bukowski nacque ad Andernach, in Germania, dal padre statunitense di origini polacche e tedesche, il sergente della Third United States Army, Henry Bukowski, e da madre di origini tedesche. Durante la fase dell’infanzia e dell’adolescenza Charles Bukowski soffrì spesso di solitudine, colpito anche da una grave forma di acne. All’età di 14 anni Charles Bukowski si approcciò al vino, divenuto in seguito il fautore del suo amore per la vita e per l’alcool.

Charles Bukowski si diplomò alla Los Angeles High School, frequentando il L. A. City College, avvicinandosi per un breve periodo ad un gruppo di nazisti. Nel 1944 il poeta fu arrestato dagli agenti dell’FBI a Filadelfia, trattenuto in prigione per diciassette giorni, mostrando una dipendenza dall’alcool per il corso degli anni a venire.

Le opere principali del poeta scrittore

All’età di 24 anni Charles Bukowski compose il suo primo racconto dal titolo Aftermath of a Lengthy Rejection Slip, pubblicato sulla rivista Story, il racconto 20 Tanks From Kasseldown a due anni di distanza, abbandonando successivamente la scrittura per un decennio. A seguito del ricovero ospedaliero nel 1955, a causa della sua dipendenza dall’alcool, Charles Bukowski iniziò a comporre opere poetiche.

Tra le pubblicazioni più ricordate si trovano: Confessions of a Man Insane Enough to Live with Beasts,  All the Assholes in the World and Mine, Notes of A Dirty Old Man. Nel 1969 il poeta scrittore si dedicò anche all’avvio di una propria rivista letteraria dal titolo Laugh Literary and Man the Humping Guns componendo successivamente il suo primo romanzo autobiografico, il Post Office.

Nel 1988 Charles Bukowski contrasse la tubercolosi, continuando a produrre libri ed opere fino al 1994, fino al momento della sua morte avvenuta al’età di 73 anni in seguito ad una leucemia fulminante. L’ultimo romanzo completato da Charles Bukowski fu Pulp, mentre il suo funerale venne celebrato dai monaci buddisti ai quali l’autore si era avvicinato nel corso degli ultimi anni di malattia. Impressa sulla sua lapide si trova la scritta: “Henry Charles Bukowski – Hank – Don’t Try – 1920-1994” unita alla raffigurazione di un pugile, insieme alla frase: “Don’t Try”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *