Da bambini i lavoretti con la carta crespa erano un gioco che aiutava ad aumentare la creatività, la fantasia dei più piccini. Non tutti sono a conoscenza che in realtà, la lavorazione e l’utilizzo della carta crespa è molto antico. Usatissimo per la creazione delle maschere da teatro e di carnevale è un mercato molto richiesto è particolarmente florido nella città veneta.

Molti sono i suoi utilizzi e anche le curiosità che si hanno, ma conoscendola maggiormente possiamo trovare anche un hobby piacevole.

Che cos’è la carta crespa

La carta crespa è una tipologia di carta che al tatto è ruvida e molto elastica. Per avere questo materiale si deve eseguire un processo di lavorazione che si chiama feltrazione. Si parla di una composizione di fibre di cellulosa e di altri materiali di recupero.

Essi sono poi trattati in modo da essere macinati e poi lasciati in una soluzione acquosa che viene nuovamente disidratata e poi essiccata. In questo modo si hanno delle trame che sono di fogli con delle piccole pieghe, sottili, ruvida, elastica e modellabile.

Inoltre rimane molto resistente. Esiste in tanti colori che sono assortiti e anche con delle nuance a più colori.

Quali sono gli utilizzi della carta crespa

Siccome la carta crespa è un materiale di recupero, ha un costo molto basso. I suoi utilizzi sono poi tantissimi. Quelli più comuni sono le decorazioni dei bouquet, ma vediamo anche dei lavori professionali, come la creazione di maschere di carnevale o di coperture delle lampade.

Tuttavia essa è usatissima sia per i laboratori creativi dei bambini e per la creazione di festoni oppure anche di fiori di carta e animali di cartone. Insomma si presta realmente a tantissime creazioni che si possono trovare anche su internet con diversi tutorial.

Come si usa?

Il “classico” utilizzo della carta crespa è la creazione dei fiori o delle roselline che si effettuano con delle strisce di carta che si arrotolano su sé stessa. Tramite poi una certa manualità si riesce anche a dare degli effetti che sono simili ai petali.

Poi ci sono le lavorazioni a:

  • Farfalla
  • Ventagli
  • Quadretti per i festoni
  • Nuvolette
  • Girasoli
  • Centritavola
  • Coccinelle

Insomma con una piccola manualità e anche con un aiutino o spiegazione, è possibile diventare die maestri della lavorazione della carta pesta in modo da creare tantissimi accessori decorativi che sono belli da avere in casa.