In Italia c’è una grande quantità di immobili. Alcuni sono prettamente residenziali, altri appartengono ad attività commerciali o industriali. Ci sono dei beni che sono appartenenti a degli enti. Palazzi e monumenti storici.

Insomma siamo una delle Nazioni che a livello immobiliare hanno un ricco patrimonio. Proprio di patrimonio si occupa la società di gestione immobiliare. Per riuscire a garantire un valido investimento o un prezzo che effettivamente si valido e rapportato a tale valore, è fondamentale che ci siano dei requisiti.

Non è certo possibile e tantomeno semplice riuscire a capire quale sia il valore di un immobile, specialmente notando l’andamento del mercato attuale.

Cos’è la società di gestione immobiliare

Prima di continuare con il discorso vediamo cosa indica la “gestione immobiliare”. La società immobiliare è una delle attività lavorative che ha come scopo quello di gestire degli immobili. Questo vuol dire che essi si possono poi vendere o comprare in bare alle esigenze del cliente.

Alla fine parliamo di agenzie immobiliari che hanno il compito di occuparsi di:

  • Rivendita al pubblico
  • Immobili da ristrutturare o rivendere
  • Terreni su cui costruire
  • Immobili da dare in affitto

Per svolgere questi compiti è necessario che si abbia un quadro di come muoversi. Per esempio per confermare il valore di un immobile ci sono i dati catastali da controllare, gli eredi o i proprietari e confermare la loro agibilità.

Come si crea questa società?

Per creare questa società ci si può affidare a delle aziende che operano in modo da avere delle succursali in diversi punti d’Italia. In alternativa è necessario avere un minimo di capitale, oggi è possibile aprire delle agenzie immobiliari direttamente con delle società semplificate, avendo un capitale minimo di 15.000 euro.

Solo che è necessario che il proprietario o l’agente immobiliare sia in possesso di un patentino che viene rilasciato da un corso di formazione e preparazione. Si deve poi superare un esame camerale in relazione al ramo scelto.

Dunque non si diventa o ci si improvvisa agenti immobiliari, ma essa deve venire valutata a norma di legge.

Consigli utili per la gestione immobiliare

Come già accennato occorre avere un corso di formazione alle spalle per diventare un agente immobiliare. Tuttavia si consiglia di studiare, anche da autodidatta, eventuali elementi architettonici per capire esattamente quali sono i problemi che si ritrovano negli immobili.

Inoltre è utile rimanere aggiornato perfino sulle agevolazioni rilasciate dallo Stato poiché esse sono utili per conquistare e dirigere i nuovi clienti negli acquisti o ristrutturazioni da fare.