Nel 1952, precisamente il 21 marzi, nasce Gianni Barbacetto a Milano. I genitori erano friulani, ma si erano trasferiti durante la seconda guerra mondiale in cerca di una “vita migliore”.

Si laurea in filosofia e poi inizia a lavorare in radio. Molte le diverse radio che lo hanno visto come voce principale durante diversi programmi. Perfino Radio Rai lo ha richiesto.

In seguito inizia a collaborare con molti quotidiani e anche con riviste mensili. Fino ad approdare direttamente in televisione dove arriva ad essere un volto noto al grande pubblico.

La lite storica in televisione

Un episodio storico della televisione fu lo scontro, in diretta, tra Barbacetto e Sgarbi. Quest’ultimo è un personaggio che ha un suo stile televisivo, un carattere particolare e una ricca terminologia. Allo stesso modo Barbacetto è similare come carattere. Ciò nonostante, durante un programma televisivo su La7, i due se ne sono dette di tutti i colori.

Definito “l’incontro dell’anno”. Infatti la polemica è iniziata con delle discrepanze e anche idee discordanti, ma poi si è degenerato fino a termini forti, offese uno contro l’altro e toni alti.

Per mesi e mesi questa lite è stata al centro dell’attenzione di molti programmi e anche di diversi articoli quotidiani. Oggi, a distanza di anni, Barbacetto dichiara che questo è uno dei tanti episodi della sua vita giornalistica.

Barbacetto: carriera giornalistica

La vita giornalistica di Barbacetto inizia con il quotidiano di “Bresciaoggi” e poi “Linus”. In seguito lavora nella rivista mensile “Società Civile”.

In seguito lavora in televisione diventando condutture di “Economia e finanza”. Naturalmente continua a fare il giornalista per settimanali, come:

  • Il Fatto Quotidiano
  • MicroMega

Collabora anche con alcuni registi per creare soggetti cinematografici. Barbacetto sbarca anche all’estero, sempre in televisione e coordina anche alcuni programmi televisivi insieme a santoro, Lucarelli e nel programma “AnnoZero”.

Libri che ha pubblicato

In concomitanza alla sua vita giornalistica, Barbacetto, diventa anche uno scrittore molto apprezzato per le sue opere e romanzi. Nella lista delle opere che ha scritto di suo pugno, ci sono:

  • La decisione
  • Interfaccia design
  • Milano dove
  • Il Grande Vecchio
  • Milano degli scandali
  • Mani pulite
  • Tutte le carte del presidente
  • Mani sporche 2001
  • Il guastafeste
  • Se telefonando
  • Mani pulite, 20 anni dopo
  • Angeli terribili
  • La beatificazione di Craxi

Tutti romanzi di un certo livello con tema principali politica e scandali politici. Argomenti che hanno fatto molto discutere e che hanno reso Barbacetto importante come giornalista italiano.